lunedì 9 aprile 2018

8,9 milioni di euro dalla Regione a Fiume Veneto

In questi giorni di campagna elettorale sentiamo e leggiamo continuamente "affermazioni" date senza supporto nè cifre nè di percentuali, così... allegramente... con il solo scopo di mettere in cattiva luce un governo regionale che invece molto ha fatto secondo noi per tutti i cittadini, in un  periodo nero  per l'economia.

Paolo Panontin, assessore uscente alle Autonomie Locali, intervenuto alla presentazione della candidatura di Annalisa Parpinelli e di Sergio Bolzonello, ha elencato molto efficacemente quanti e quali sono stati i contributi della Giunta Regionale per il solo Comune di Fiume Veneto e della sua UTI di appartenenza. 

Un elenco che riportiamo sotto e che fa capire, allo stesso tempo, quanto la Giunta uscente, guidata fino a poco tempo fa da Christian Vaccher, debba essere grandemente riconoscente ad amministratori come Sergio Bolzonello e Paolo Panontin, che vengono oggi sbeffeggiati per sostenere un candidato come Fedriga, che non ha alcuna conoscenza nè legame con i nostri territori:

1. Ampliamento del distretto sanitario e nuovo nucleo residenziale della casa di riposo di Azzano Decimo, Fiume Veneto, Chions e Pravisdomini + attivazione ambulanza del Pronto Soccorso presso il distretto, a breve in servizio 24/24 => € 2.300.000

2. Edilizia scolastica per Istituti di Fiume Veneto (ampliamento, adeguamento sismico ed efficientamento energico scuola C. Battisti, adeguamento sismico scuola D. Alighieri) => € 3.000.000

3. Sistemazione viabilità di interesse regionale e messa in sicurezza attraversamento

venerdì 6 aprile 2018

Annalisa e Sergio, programmi per un futuro positivo

Lo scorso mercoledì abbiamo avuto l'opportunità di presentare ai cittadini di Fiume, che tra meno un mese andranno a votare, due candidati di spessore, riformisti e concreti.

Annalisa Parpinelli, donna, mamma, impegnata nell'impresa di famiglia come nell'associazionismo sportivo e culturale locale, si è presentata come una Candidata Sindaco in grado di fare squadra e di ricucire quella rete di conoscenze ed impegno diffuso che permette ad una comunità di conoscersi e di appoggiarsi, soprattutto in tempi di crisi o di scarsità di risorse, alle capacità e alla disponibilità di tutti i cittadini.  Sergio Bolzonello , commercialista, ex-sindaco di Pordenone e vice-governatore uscente, ha invece rilanciato la propria candidatura a Presidente di Regione ("la prima volta di un pordenonese a Trieste") consapevole di dare ai cittadini del Friuli Occidentale l'opportunità di contare di più all'interno della politica regionale.

Abbiamo conosciuto i programmi di 2 candidati seri e impegnati a costruire, attraverso il proprio progetto politico, un futuro migliore fatto di accoglienza e cura di coloro che si sono ritrovati in difficoltà in questi anni di crisi; un futuro che deve contare su tecnologia, innovazione e cultura, diffuse a tutti gli strati e su tutti i settori della società, a partire dai giovani; un futuro fatto di visioni e riforme positive, contro le paure diffuse da partiti e movimenti populisti per mero tornaconto elettorale.

Per saperne di più:


giovedì 29 marzo 2018

Fiume Veneto, Avanti Veloce!

L’obiettivo fondamentale di questo programma, elaborato con gli amici di Fiume Futura e con la candidato sindaco Annalisa Parpinelli, e qui nella sua forma sintetica (nei prossimi giorni pubblicato nella sua versione integrale, per temi), è dare una scossa positivaMettere in circolo informazioni che facciano andata e ritorno

Riannodare fili e un dialogo nuovo tra soggetti diversi; attivare buone pratiche che semplifichino davvero la vita ai cittadini; raccontare esperienze e condividere storie di successo che abitano già tra di noi ma di cui si sa poco; accompagnare chi è rimasto indietro; moltiplicare le energie di cui è ricco il nostro territorio per fare di più a tutti i livelli.


In quale modo?
AVANTI VELOCE: è il simbolo che abbiamo scelto per Fiume Futura e vuol dire che schiacceremo con decisione il tasto play, quello del fare. C’è una squadra competente e motivata che lavorerà tanto e con spirito di servizio verso i cittadini.
DENTRO E FUORI: siamo convinti che a Fiume Veneto e a Bannia, Cimpello, Pescincanna, Praturlone ci siano persone e associazioni in grado di portare DENTRO la futura Amministrazione idee, metodo e capacità di lavoro e riportare FUORI sul territorio soluzioni concrete e condivise. 

Fiume Veneto è una comunità generosa, accogliente che è cresciuta di numero e continua ancora ad attrarre nuovi abitanti. Fiume è un territorio speciale e va arricchito!

Ecco come vogliamo il nostro FUTURO:

- con più LAVORO, EFFICIENZA E SEMPLIFICAZIONE 
Abbasseremo le tasse ai cittadini in difficoltà intervenendo sull'irpef , l'imu e la tasi; alleggeriremo gli adempimenti delle attività produttive sostenendo il SUAP; favoriremo l'impiego di cittadini senza lavoro nei lavori socialmente utili; favoriremo le attività commerciali che operano al di fuori del parco commerciale anche valutando sgravi sulla tassa rifiuti.

- con più PRODUTTIVITA’, COLLABORAZIONE E SEMPLIFICAZIONE 
Avvicineremo l’amministrazione al cittadino aumentando i Consigli Comunali aperti,

lunedì 26 marzo 2018

Una posizione chiara sul tema dell'acqua

Riportiamo e condividiamo il post degli amici di Fiume Futura, che racconta dell'intervento della nostra candidata sindaco Annalisa Parpinelli durante la serata organizzata giovedì 22 marzo dal Comitato Aqua&aqua... in felice concomitanza con la Giornata Mondiale dell'Acqua.

Come PD fiumano, a scanso di ogni equivoco e forzando una sintesi su un tema molto complesso, non possiamo che sottolineare nuovamente il nostro NO all'imposizione di acquedotti e il nostro NO alla chiusura di pozzi privati. Queste 2 imposizioni non fanno parte del nostro programma per Fiume Veneto, nè sono mai state difese in alcuna sede.


Ma, attenzione, accanto a questi NO, però occorrono altrettanti SI' convinti, che per noi saranno: SI' a fognature e depuratori più efficienti e SI' a tutte quelle tecnologie che limitano lo spreco dell'acqua, il nostro oro-blu, su cui per ora stiamo nuotando, ma che già in alcune aree del nostro territorio "non è più quello di una volta".

---------------------------------------------------------------------------------

[...]

Utili sono state le informazioni che i cittadini hanno ottenuto rispetto al Piano Regionale di Tutela delle Acque (PRTA)approvato il 15 marzo scorso. In particolare sono state 2 le questioni affrontate dal Comitato e riguardano gli articoli 36 e 47 delle Norme Attuative del Piano, cioè l'obbligo di applicare misuratori di portata dell'acqua in entrata e di dotare di strozzatori i nostri pozzi artesiani.



Certo è, però, che il PRTA si occupa di molte altre questioni, come l'utilizzo dell'acqua per usi industriali e agricoli, come la necessità di sapere quanta acqua abbiamo a disposizione per tutti questi utilizzi e da ultimo - ma non meno importante – di monitorarne la qualità.

Perché l'acqua che preleviamo dai rubinetti di casa - come ben possiamo immaginare - è condizionata dalla qualità dell'acqua piovana: in inverno speriamo nella pioggia perché pulisca l'aria (e non ci venga imposta la circolazione a targhe alterne), poi quella stessa pioggia d'estate scende portando in profondità pure le sostanze inquinanti che spesso riversiamo senza tanti controlli sulle nostre coltivazioni...

Il Piano di Tutela dell'Acqua affronta tutti questi temi e racconta anche della particolarità dei nostri territori: a Fiume Veneto abbiamo la fortuna di avere acqua in abbondanza, ma certo ci siamo accorti che se un tempo la quantità dell'acqua disponibile durante tutto l'anno era costante, ora invece dobbiamo fare i conti con una diminuzione di pressione dei nostri pozzi, quando ci sono periodi lunghi di mancanza di precipitazioni.

Un Amministratore responsabile tiene in seria considerazione le richieste avanzate da un Comitato, ma è anche consapevole che deve conciliare tali istanze con altre più ampie: per definizione un Comitato si costituisce per raggiungere un preciso obiettivo, ma un territorio è portatore di una molteplicità di esigenze a cui la Politica deve dare risposte.

Aggiunge Annalisa Parpinelli: "Come Candidato Sindaco sono consapevole che nel nostro

venerdì 23 marzo 2018

una squadra impegnata per Annalisa Parpinelli Sindaco

Il Partito Democratico di Fiume Veneto ha da subito appoggiato con convinzione la candidatura e la proposta politica di Annalisa Parpinelli, che, come stiamo verificando in questi giorni, ha avuto la capacità di riunire attorno a se tante persone che da anni si impegnano quotidianamente su vari fronti.

Da parte nostra abbiamo lavorato e stiamo lavorando per condensare 5 anni di proposte e idee, presentate dai banchi dell'Opposizione e spesso inascoltate, in un programma semplice, organico e lungimirante, che possa essere portato avanti da rappresentanti credibili e capaci di confrontarsi con tutti cittadini.

 Le Persone 
Come Democratici stiamo ultimando in questi giorni i documenti necessari per poter presentare ufficialmente la nostra lista di 16 candidati, che sosterranno la candidatura di Annalisa Parpinelli ed il suo programma per il Comune di Fiume Veneto
Candidati che rappresentano varie anime e realtà del nostro territorio, spesso impegnati sia nell'attività di partito, che in attività di volontariato e di impegno sociale. Abbiamo creato una squadra di persone pronte a mettersi a disposizione della comunità, che nei prossimi giorni inizieremo a conoscere e riconoscere.


 Il Sogno 
Il Sogno deve essere concretamente realizzabile, attraverso un programma, ma anche continuare a rimanere una alta aspirazione, che avrà bisogno di ben più di 5 anni di impegno per vedere un completamento.
Noi vogliamo re-introdurre un metodo nell'amministrazione del nostro Comune, più che promettere opere e regalie che con gli attuali trend di tassazione e finanziamento sono solo vuote promesse elettorali. Certamente anche noi abbiamo delle idee concrete, degli interventi da fare immediatamente ed altri, più complessi, da programmare con attenzione e anche con risorse "extra-comunali".

 Il Metodo 
Ma è il Metodo di amministrazione quello che vogliamo sicuramente cambiare, almeno rispetto ai passati 5 anni: occorre più ascolto dei problemi, più condivisione delle soluzioni e una più alta visione politica per il futuro del nostro Comune.
Le soluzioni e gli indirizzi per molte questioni aperte le proporremo sul nostro programma e durante occasioni di confronto con i concittadini, che organizzeremo prima del 29 di aprile prossimo.
Ma più importante, in una società sempre più complessa come la nostra, sarà il Metodo con cui la candidata sindaco Annalisa e la sua squadra affronteranno i problemi, quotidiani o straordinari che siano.

Certamente (e fortunatamentenon siamo gli unici ad usare parole come Metodo, Comunicazione, Ascolto, Apertura, Confronto... perchè è oramai palese che i cittadini vogliono sempre più risposte alle loro sempre più varie necessità, le vogliono in tempi brevi e certi e vogliono avere a che fare con persone e non con burocrati, quando si rivolgono alla pubblica amministrazione.

MA nel DNA di Annalisa Parpinelli e dei candidati delle liste Fiume Futura e Partito Democratico queste capacità e queste parole d'ordine sono quotidianamente utilizzate e messe alla prova nel lavoro, nelle associazioni, nella politica, in famiglia... e potrete constarlo a breve, conoscendoci e ri-conoscendoci, confrontandovi con noi e con il nostro programma.

giovedì 15 marzo 2018

e alla fine ci danno ragione...

Questa settimana si è riunito il Consiglio Comunale a Fiume Veneto, presieduto dal sindaco protempore Simonin, per la penultima prima delle elezioni del prossimo 29 aprile.

All'ordine del giorno la discussione di una attesa Variazione di Bilancio.
L'Amministrazione infatti ha deciso di destinare 40.000 euro, provenienti dalla vendita delle quote ATAP, all'acquisto alcuni dissuasori Prevelox, da installare lungo le principali vie del territorio ovvero quelle più interessate da intenso o pericoloso traffico veicolare. 

"Finalmente dopo anni di nostre segnalazioni e dopo ben 4 (quattro!) interrogazioni in cui abbiamo sollecitato la Giunta a intervenire nei punti più pericolosi della viabilità del Comune - ha commentato Loris Padoani capogruppo PD in Consiglio - si è capito che è importante attivare da subito strumenti che dissuadano e limitino la velocità nei tratti più a rischio”

“Spiace aver dovuto aspettare tanto e il cambio di valutazione arriva purtroppo (come sempre) solo a ridosso delle elezioni (a cui questa Amministrazione si vuole ripresentare non si sa con quale candidato ufficiale) - continua Padoani.

Ecco il modo peggiore e vecchio del fare politica: fare qualcosina il mese prima del voto, sperando che i cittadini dimentichino i precedenti 4 anni e mezzo di nulla. Dopo anni di amministrazione sonnolenta si è deciso di mettere mano ai problemi che da tempo avevamo segnalato, facendo perdere 5 anni di tempo ai cittadini.

Purtroppo, a dimostrare l’assoluta frettolosità della scelta, ancora non sappiamo dove saranno installate queste colonnine, se sono troppe o poche, se ci sono priorità o date di installazione...  tutte domande cui non abbiamo avuto risposta perché probabilmente la Giunta frettolosa non ha avuto tempo di ascoltare né i cittadini né tanto meno i tecnici.

Il gruppo fiumano del PD è convinto che sia necessario un deciso cambio di marcia e, insieme alla candidata sindaco Annalisa Parpinelli, si propone per i prossimi anni un'azione più efficace, condivisa e tempestiva.

Esprime convinzione nella scelta il segretario dem, Giulio Pighin: "La fiducia nella dott.ssa Parpinelli si fonda sulla sua provata capacità di lavoro, espressa nelle attività di volontariato, sportive e associative, come pure nel suo lavoro, tra tradizione e innovazione, nell'azienda familiare. Affrontare e risolvere le problematiche fa parte del suo DNA e insieme ad una squadra orientata alla concretezza, riusciremo a dare risposte concrete e serie ai cittadini."

martedì 13 marzo 2018

Annalisa, una candidata per Fiume Veneto

Continua la campagna elettorale per le Comunali del prossimo 29 aprile, iniziata per Dem fiumani a fine gennaio con l'appoggio alla candidatura di Annalisa Parpinelli Giacomazzi.

Candidata che molti in paese conoscono per il suo impegno riversato in associazioni culturali, sportive ed educative. Una candidata che molti, e noi per primi, apprezzano per la sua capacità di ascolto, la passione e per la positività che trasmette.

"Ritengo - riporta il segretario dem Giulio Pighin - che la scelta di sostenere la candidatura "civica" di Annalisa e della Lista Fiume Futura significhi, per noi Democratici, metterci a servizio (con la nostra storia, i nostri ideali, le nostre politiche di ampio respiro) di una persona che ha dimostrato nella sua vita di essere una attenta mediatrice, capace di amministrare gruppi complessi ed eterogenei e di portarli ad una sintesi-operativa".

Ascolto, competenza e capacità di sintesi che tutte le forze politiche dovrebbero cercare in un candidato sindaco e nella squadra che lo sostiene. 
Perché è di queste capacità che abbiamo più che mai bisogno a Fiume Veneto, dopo anni di amministrazione distratta e pasticciona, che a pochi mesi dalle elezioni sta sfornando una quantità di delibere simile, per importanza, alla somma di quelle dei 4 anni precedenti.

Ma tornando al tema iniziale del post, ci preme presentare con maggiore completezza la nostra candidata a sindaco di Fiume Veneto: 

Mi chiamo Annalisa Parpinelli Giacomazzi.


Sono nata a Pordenone il 22 giugno 1971. Dopo aver studiato al Liceo Scientifico Grigoletti mi sono laureata in Filosofia a Padova.
Nel '94 sposo Emilio e mi trasferisco a Fiume Veneto; qui abitiamo insieme ai nostri 4 figli e qui lavoro nell'impresa familiare di vendita autoveicoli, nel ruolo di responsabile amministrativo e contabile e -come in pochi sanno- collaborando ad un progetto innovativo sulla conversione di auto tradizionali in elettriche.

Mi sono trovata da subito bene a Fiume Veneto, perché è stato facile entrare far parte di una comunità più grande ed accogliente grazie al volontariato nell'associazionismo, nello sport, in parrocchia.

Nel 2004 ho fondato e animato con alcuni amici l’associazione culturale "Officina Flumen" che fino al 2011 ha proposto numerosi incontri pubblici ed eventi culturali legati al nostro territorio come di più ampio orizzonte.
Dal 2005 sono stata consigliere dell’associazione sportiva L’impronta, seguendo in particolare l'organizzazione delle attività di ginnastica ritmica a Fiume Veneto. Nel 2011 poi ho fondato insieme ad un gruppo di genitori e presieduto, fino al 2017, Dynamica11 associazione sportiva che ha organizzato attività di ginnastica ritmica e artistica, hip hop e ginnastica adulti nei comuni di Fiume Veneto, Morsano al Tagliamento e Cinto Caomaggiore.
Altre esperienze importanti nella nostra comunità sono state, inoltre, fare da segretario/tesoriere dell’AGIS, l’Associazione Genitori nata nel 2012 per sostenere le attività dell’Istituto Comprensivo di Fiume Veneto, e partecipare ai lavori di redazione dei primi Piani di Zona dell'Ambito socio-assistenziale, nel tavolo Infanzia e Famiglia.
In Parrocchia ho fatto la catechista di bambini, ragazzi e adulti e partecipo al Consiglio Pastorale come referente associazioni e territorio.

Incontro tutti i giorni tanta generosità ed impegno nelle persone, nei gruppi e nei luoghi che frequento e conosco, lì dove molte persone lavorano insieme nel loro tempo libero, dedicandosi con gratuità e passione per bene degli altri.

Ho imparato che molte mani rendono il lavoro più leggero; ho imparato che condividere un obiettivo comune permette di raggiungere risultati impossibili a una persona sola. Insomma, ho capito che a lavorare insieme per un obiettivo comune, anche se difficile, rende una comunità migliore.
Annalisa Parpinelli